Modernismo e arte espressionista

Gli artisti hanno iniziato a rappresentare le persone, la natura e gli eventi quotidiani in modo più realistico, rendendo l’arte più accessibile e riconoscibile per tutti. Gli artisti di quest’epoca utilizzavano anche tecniche pittoriche come il contrapposto, un processo artistico che crea figure dall’aspetto realistico.

L’arte neoclassica ha attinto a elementi classici dell’antichità, traendone ispirazione pur sottolineando l’idealismo. Lo stile metafisico di Carlo Carrà e Giorgio de Chirico divenne noto come pittura metafisica.

Il modernismo è nato da sconvolgimenti culturali diffusi durante la fine del XIX secolo. Partendo dalle forme classiche e tradizionali di arte e narrazione precedenti, gli scrittori modernisti hanno sperimentato stili narrativi non lineari, versi liberi e altri approcci non convenzionali nella scrittura per riflettere meglio i rapidi cambiamenti della società.

Il movimento letterario modernista è stato fortemente plasmato dall’industrializzazione e dall’urbanizzazione durante la prima guerra mondiale, smantellando le nozioni preconcette della gente sulla società e sconvolgendo la società. Autori modernisti come Franz Kafka, Virginia Woolf e TS Eliot hanno scritto di perdita, disillusione e un mondo imperfetto: questi scrittori hanno rappresentato bene il movimento letterario modernista del modernismo.

Le opere moderniste spesso si concentrano sulla trasformazione

Ciò potrebbe comportare cambiamenti nella forma o nell’espressione, nella percezione o nell’identità o nella rinascita simbolica. Gli artisti modernisti usavano simboli della mitologia greco-latina nelle loro opere d’arte; la scrittura dei modernisti includeva tipicamente narrazioni in prima persona con più personaggi per enfatizzare ciascuno individualmente.

Gli artisti modernisti differivano in modo significativo dai loro predecessori in quanto rifiutavano l’accademismo a favore di una maggiore libertà ed esplorazione di vari ismi, come fauvismo, cubismo, futurismo e dada. I pittori modernisti rifiutarono anche il naturalismo secondo il quale i dipinti dovrebbero riflettere la bellezza della vita a favore di forme astratte che trasmettono emozione e velocità in modo più diretto. Invece, preferivano colori brillanti, spesso non mescolati, che cercavano di creare un’arte più diretta.

L’arte modernista era anche nota per il suo uso del primitivismo. Ad esempio, alcuni artisti hanno utilizzato materiali “primitivi” come corde, tessuti e persino escrementi umani per connettersi più intimamente con il pubblico umano; altri hanno integrato aspetti delle culture afroamericane, come l’astrazione, nota come Rinascimento di Harlem, nelle loro opere d’arte.

I modernisti erano generalmente scettici e agnostici nelle loro opinioni su Dio e sulla sua natura, sostenendo che le credenze dell’era dell’Illuminismo non si applicavano più; la religione non era necessaria per la felicità umana e favorivano la moralità secolare, un sistema etico non affiliato a periodi storici, tradizioni o istituzioni religiose.

Il modernismo è noto per la sperimentazione di varie forme, colori e trame

Mentre i dipinti precedenti avevano finiture lisce e lucide che presentavano pennellate morbide su ogni superficie della tela, i modernisti abbracciavano trame più ruvide e pennellate più ruvide per aggiungere profondità. Inoltre, i modernisti hanno esplorato gli effetti di luce e la relazione del colore con il tempo per trovare nuovi approcci alla creazione artistica. Infine, i modernisti erano noti per aver sfidato gli stereotipi di genere e sessuali e per aver discusso questioni relative alla sessualità e al femminismo.

Inoltre, i modernisti hanno sottolineato l’importanza della comunicazione tra l’artista e lo spettatore. Infine, gli artisti modernisti hanno reso il loro lavoro più accessibile mostrandolo in gallerie e pubblicando manifesti che diffondono la loro filosofia secondo cui l’arte dovrebbe essere per tutti. Il modernismo è stato un movimento globale che ha cambiato la letteratura, la musica, l’architettura e il design del suo tempo; le idee moderniste continuano a influenzare il modo in cui diamo un senso al nostro mondo oggi.

L’espressionismo era un movimento artistico emerso all’inizio del XX secolo. Questa tendenza artistica internazionale comprendeva arti visive, letteratura, musica e teatro, spesso cercando di trasmettere esperienze emotive piuttosto che realtà fisiche attraverso dipinti con forme e colori drammatici. Le opere espressioniste sono tipicamente contrassegnate da forme e colori intensi che creano impressioni potenti.

Gli artisti espressionisti furono profondamente colpiti dagli orrori della prima guerra mondiale

Ispirati a ritrarre le emozioni umane attraverso l’arte, gli artisti espressionisti cercarono di catturare il caos, la disperazione e il cinismo attraverso la loro arte – spesso arrabbiati o depressi mentre lottavano per esprimere i loro sentimenti su tela.

Questi artisti hanno espresso le loro emozioni attraverso colori drammatici e vibranti e forme spesso sfigurate nelle loro opere d’arte, fornendo un antidoto all’approccio distaccato e astratto del modernismo alla creazione artistica. Lo stile espressionista fu influente su movimenti successivi come il neoespressionismo.

Il neoespressionismo è un movimento artistico postmoderno che trae ispirazione dall’espressionismo astratto e figurativo e incorpora nella pittura immagini narrative tratte dalla storia, dalla mitologia e dal folklore. I temi spesso presenti sono sessuali, mentre anche la critica politica o sociale può avere un posto di rilievo. Il neoespressionismo trae gran parte della sua ispirazione da altri stili modernisti come il cubismo e il simbolismo futurista.

Molti artisti del periodo furono significativamente influenzati dall’espressionismo tedesco, in particolare quelli associati ai gruppi Brucke e Blaue Reiter, come Edvard Munch, Franz Marc, Georges Rouault e Wassily Kandinsky. L’espressionismo ha anche ispirato altri movimenti artistici, tra cui il neoespressionismo e il surrealismo della nuova oggettività.

Il movimento espressionista ha avuto un enorme effetto sul cinema e sul cinema

Molti registi e produttori che hanno lavorato a film come Dracula, Frankenstein, The Mummy e Wolf Man sono stati ispirati dall’espressionismo tedesco; questo ha segnato l’inizio del cinema horror, seguito successivamente dal genere film noir.

Gli scrittori espressionisti hanno innegabilmente influenzato il cinema e l’arte visiva; i loro contributi letterari ebbero anche profonde ripercussioni sulla letteratura e sulla poesia. Inoltre, questo movimento ha dato vita a gruppi musicali e tendenze per incorporare la musica nelle opere d’arte visiva. Inoltre, gli stili espressivi dell’abbigliamento espressionista hanno contribuito a influenzare le successive tendenze della moda.

L’arte espressionista può essere vista attraverso le opere di vari artisti, dai vecchi maestri come Francis Bacon ai modernisti più giovani come Julian Schnabel e Jean-Michel Basquiat. Allo stesso modo, l’Art Nouveau può essere visto attraverso molteplici forme d’arte, dalla scultura e incisione alla pittura. Inoltre, l’Art Nouveau ha ispirato numerose propaggini, come il movimento figurativo della Bay Area (rappresentato da artisti come Elmer Bischoff e Richard Diebenkorn) e il sosaku-hanga, una tecnica di stampa xilografica espressiva dal Giappone.

Inoltre, la sua influenza si è estesa a molti artisti contemporanei che cercano di recuperare le qualità espressive della pittura in contesti postmoderni. Molti di questi artisti sono ispirati dall’espressionismo tedesco e si sforzano di produrre immagini con composizioni emotivamente cariche e grafiche, spesso utilizzando tonalità vibranti e strati materici per dare profondità e dimensione ai loro pezzi.

no responses for Modernismo e arte espressionista

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *